IL KONTATTO NON SI TOCCA!!!

2015:

Questo è solo il primo capitolo di una nuova fase dove la dura realtà ci costringe a continuare a sperimentare in forme diverse l’autogestione e la ricerca di nuovi spazi sociali da liberare…in questo nuovo capitolo, totalmente aperto e ancora da scrivere, invitiamo quanti vogliono condividere insieme la produzione comune, il fare creativo, il pensiero e la pratica concreta e dal basso.

Per ora ci limitiamo a queste poche battute per sgombrare il campo da alcuni articoli apparsi sulla cronaca locale, poco rispettosi non solo della nostra più che ventennale storia collettiva, ma della semplice verità.

2014:

lunedì 5 maggio si è svolto un sopralluogo, definito di routine, da parte dell’ufficio tecnico del Comune alle ex scuole rurali delle Poiole…

Certo questo ha salvaguardato la sicurezza strutturale dell’immobile, che necessita comunque di altri interventi integrativi. Certo il tempo non gioca a favore della salvaguardia di questo bene storico. Le operazioni di vendita senza seguito dell’amministrazione Brandoni e l’assenza di volontà nel prorogare l’assegnazione in forma stabile e duratura della ex scuola agli attuali gestori, ne stanno pregiudicando il futuro.

2013:

6ottobre nasce LAB EFFE

Falconara è ricca di beni immobili che versano in stato di degrado e abbandono. Liberiamo spazi sociali e restituiamoli alla comunità per un uso pubblico, trasparente e consapevole. Mettiamo in comune saperi, competenze ed esperienze per praticare insieme un diverso modello di sviluppo.

LA PRIMAVERA NON BUSSA, LEI ENTRA SICURA

Tre lunghi anni di attivismo culturale e sociale,

di polemiche e contestazioni, ci sembrano sufficienti, visto che proprio

quest’anno festeggiamo i venti anni di attività del centro sociale

Kontatto, una delle esperienze autogestite più datate e riconosciute

nelle Marche. La scorsa estate in occasione del possibile realizzarsi

della (S)vendita abbiamo messo sul tavolo con l’attuale amministrazione

alcune proposte di risoluzione di questo lungo conflitto.

2012:

#5 OCCUPY FALKATRAZ…Questo è solo l’inizio

Stamattina dalle 11 circa un centinaio di attivisti del csa Kontatto hanno presidiato l’ingresso del Comune di Falconara in attesa dell’asta di alienazione immobiliare, fissata per le 12:30, che comprendeva per la prima volta anche la storica sede del Centro Sociale di via Pojole.

#4 lunga vita al CSA KONTATTO

Ma tanta gente semplice e comune non ci crede, e anche domani continueremo a raccontare un’altra storia, la nostra storia…

comunicato #3 a pochi giorni dalla prima asta

A pochi giorni dalla messa all’asta della sede del CSA Kontatto, in nemmeno due settimane, continuano numerosi gli attestati di solidarietà, sostegno e partecipazione verso il centro sociale di Falconara, una delle esperienze di autogestione più conosciute e datate dell’intera regione. Tantissime le adesioni all’appello cittadino lanciato da un gruppo di esponenti della cultura, del mondo associativo e della società civile falconarese.

comunicato #2 sulla (s)vendita all’asta del CSA Kontatto

Abbiamo già detto, e confermiamo, che resisteremo a questo autoritarsimo disobbedendo, che se vorranno imporre ed eseguire decisioni ingiuste e fasciste dovranno usare la forza, che non ci opponiamo solo alla vendita di un immobile, quanto alla volontà di distruggere la nostra storia ventennale. Abbiamo già in passato dovuto trasferire le nostre attività altrove, prima da Falconara Alta, poi da Fiumesino e ora nella sede attuale. Quello che rivendichiamo come un’istanza prioritaria, su cui non siamo disposti a cedere, è il diritto al futuro e di uscita da questo stato di precarietà. Dopo due anni attendiamo ancora dal Sindaco una risposta.

APPELLO IN DIFESA DEL CENTRO SOCIALE KONTATTO DI FALCONARA

Negli ultimi venti anni il Kontatto ha dato tantissimo a Falconara, ben di più del valore monetario che oggi l’amministrazione pretende di ottenere dalla vendita dell’immobile. Dato in termini di elaborazione culturale e artistica, in termini di aggregazione giovanile e partecipando a tenere vivo il dibattito pubblico, cittadino e non solo, cuore della democrazia.

il Kontatto non si tocca…lo difenderemo con la lotta!

E’ chiaro come questa decisione, per le modalità, i tempi e le sue finalità sarà per noi motivo di legittime proteste e contestazioni, che accompagneranno questa giunta lungo il suo ultimo anno di mandato e fino a che l’annosa vicenda che riguarda la sede di uno dei centri sociali più caratteristici e conosciuti delle Marche non troverà una degna soluzione che possa soddisfare tutti.

2010:

Un presidio di democrazia e resistenza: questo è solo l’inizio…

Spontaneamente, dopo quanto successo, circa un centinaio di ragazzi sono affluiti da Falconara verso il consiglio comunale ed hanno animato un rumoroso e colorato presidio di protesta all’esterno dell’aula, blindata da uno spiegamento esagerato di forze dell’ordine e chiusa al pubblico.

Falkatraz Resiste@parco Kennedy: da qui inizia la nostra Resistenza!

Ma un altro bene comune, stavolta cittadino, da domenica è sotto attacco:

dagli atti consegnati a tutti i consiglieri comunali per la commissione sul bilancio di lunedì 26 aprile, pare che il Centro Sociale Autogestito Kontatto di Falconara verrà venduto entro la fine di quest’anno.

La ex scuola rurale dove da quasi un decennio ha sede il centro sociale, non era inserita nella precedente lista degli immobili alienabili, e nessuna comunicazione di possibili variazioni è mai pervenuta fino ad ora, quando ormai ci si trova a pochi giorni dalla chiusura del bilancio annuale che avverrà durante la seduta del consiglio comunale che si svolgerà nel pomeriggio di giovedì 28.

2006:

PRESIDIO IN DIFESA DEL CSA KONTATTO

PRESIDIO IN DIFESA DEL CSA KONTATTO, SABATO 18 CI RIPRENDEREMO IL CENTRO DI FALCONARA, CON MUSICA VIN BRULE’ E RESISTENZA PER LA DIFESA DEL CSA KONTATTO E PER LA QUESTIONE SPAZI SOCIALI AUTOGESTITI IN QUESTA CITTA’….DALLE ORE 17 IN POI

CSA KONTATTO 1992-2006: 14 ANNI DI AUTOGESTIONE NON SI (S)VENDONO#2

Ci chiediamo se questo uso strumentale del deficit, creato dalla stessa classe politica da tempo al potere, possa gravare così ingiustamente sulle fasce più deboli della città, dal licenziameto dei precari del pubblico impiego locale alla soppressione e negazione dei residui spazi sociali e d’aggregazione cittadini.

i giornali del giorno dopo…

ARTICOLI DE IL RESTO DEL CARLINO, IL MESSAGGERO E IL CORRIERE ADRIATICO SULL’ASSEMBLEA PARTECIPATA DI FIUMESINO…

CONTESTAZIONE DEL CSA KONTATTO ALLA PRIMA ASSEMLEA CITTADINA “PARTECIPATA” DI FIUMESINO

“PARTECIPARE AL FUTURO DELLA CITTA’: SI INIZIA DA FIUMESINO”…………….cosi’ recitavano i manifesti informativi del comune di falconara che promuovevano il nuovo percorso partecipato indetto dall’assessore alla partecipazione e lavori pubblici Marcelli Flori….

CSA KONTATTO 1992 – 2006: 14 ANNI DI AUTOGESTIONE NON SI (S)VENDONO!!!INIZIA LA RACCOLTA FIRME

Con incomprensibile leggerezza e fretta, in assenza di ogni comunicazione tempestiva e della benchè minima trattativa, l’attuale Giunta Recanatini ha deciso di mettere all’asta l’edificio di via Poiole, autogestito dal CSA Kontatto, di conseguenza sotto sgombero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *