SABATO 22 APRILE L’Ottavo Chilometro al Museo della Resistenza di Falconara

Sabato 22 aprile dalle ore 17 al Museo della Resistenza, Palazzo Bianchi via del Municipio 1

Come consuetudine anche quest’anno l’edizione del Falkatraz Festival verrà presentata con un evento a tema al Museo della Resistenza di Falconara Marittima.

Per questa decima edizione, un grande ritorno, di un libro senza età, un piccolo romanzo di formazione, una storia vecchia ma sempre attuale, che parla dei nostri luoghi dell’anconitano, di persone semplici e magari anonime che fanno la storia, della barbarie della guerra e della morale rivoluzionaria e popolare dei partigiani…

Presentazione della ristampa 2015 de “L’Ottavo Chilometro. Memorie di vita partigiana nelle Marche” di Wilfredo Caimmi e Alfredo Antomarini, alla presenza dell’Autore Alfredo Antomarini.

Durante l’iniziativa collegamento web da Pontida per il Festival dell’orgoglio antirazzista e migrante…”Essere a Sud, in questo caso, vuol dire essere abitanti di un territorio che viene sfruttato, saccheggiato, depredato e avvelenato in nome di una sua presunta inferiorità. Essere a Sud vuol dire essere abitanti delle periferie, essere donne in un paese in cui il lavoro femminile è sistematicamente sottopagato, essere omosessuali in un paese ancora omofobo, essere clandestini in un paese che costruisce barriere e lascia morire in mare chi scappa dalla guerra.Essere a Sud vuol dire essere una delle piccole storie minori, una delle tantissime minoranze che non rientrano nella “storia maggiore“, a senso unico, raccontata ogni giorno dai giornali

Wilfredo Caimmi nasce ad Ancona, nel quartiere popolare del Piano San Lazzaro. Studente, lavorava nella piccola azienda di commercio di bibite del padre.

Comunista, partigiano a 18 anni, aderì alle Brigate Garibaldi.

Scampato fortunosamente all’Eccidio di Monte Sant’Angelo di Arcevia (AN) nel maggio 1944, fu poi combattente nel Gruppo di Combattimento Cremona, lungo la Linea Gotica.

Per le sue gesta di combattente per la libertà gli venne assegnata la Medaglia d’argento al valor militare.

Nel 1990, dopo una vita riservata, vennero scoperte in un sottoscala della sua abitazione e sequestrate le armi della sua brigata partigiana, che egli non aveva mai consegnato, custodendole in segreto per decenni, armi che nel tempo erano divenute per lui un legame inseparabile con i ricordi dei compagni caduti, degli entusiasmi e delle speranze della giovinezza.

Le armi, dissequestrate ad iniziativa dell’allora ministro della Giustizia Oliviero Diliberto ed assegnate grazie all’interessamento dello storico Ruggero Giacomini, per il loro valore storico, al Comune di Falconara Marittima, sono esposte nel Museo della Resistenza di Falconara Marittima.

Esordiente a 70 anni, scrisse numerosi libri e raccolte di racconti, sulla Resistenza italiana e poi sulla povertà nel dopoguerra.

È scomparso il 17 ottobre 2009 ad Ancona.

Anche dopo morto, la figura di Caimmi è stata oggetto di attacchi da parte dei nemici della democrazia: la sua tomba nel cimitero di Tavernelle ad Ancona è stata profanata per ben tre volte. Nel novembre 2009, la lapide della sua tomba e quella di un altro storico partigiano anconetano, Tonino Gobbi, vennero imbrattate con simbologie nazifasciste. Il 13 marzo 2010, alla vigilia della sepoltura della partigiana e sindacalista Derna Scandali, ignoti tracciarono il simbolo di una svastica nazista sulla lapide della sua tomba e lasciarono sulla mensola della sepoltura la cartuccia di un fucile, probabilmente da caccia. Il 16 ottobre 2010, anche in questo caso coinvolgendo la sepoltura del Gobbi, è stata deposta sulla tomba dei due partigiani una cartuccia di fucile calibro 12 inesplosa.

(Wilfredo Caimmi nel 2008 al CSA Kontatto, insieme a Gianfranco Pistola e Nazareno Re, organizzando la seconda edizione del Falkatraz Festival…)

Posted in General | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

FALKATRAZ FESTIVAL 10° EDIZIONE 2017

“FINCHE’ NOI SIAMO INSIEME CHI CI FERMERA’? CI SIAMO INNAMORATI DELLA LIBERTA'”

E chi lo avrebbe detto che lo avremmo fatto per dieci volte…E allora avanti, questo ad ora il programma “ufficiale” in continua ridefinizione, che Falkatraz è movimento per il movimento, nessuno, nemmeno noi, ammesso che lo volessimo, potremmo fermarlo…

QUI LE PASSATE EDIZIONI DAL 2008

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME SEMPRE UN’ESPLOSIONE DI CULTURA ARTE MUSICA IMPEGNO SOCIALE AGGREGAZIONE, NEL CUORE VERDE DEL PRINCIPALE PARCO CITTADINO, NELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE CI RIPRENDIAMO LA CITTA’

EVENTO IDEATO DA FALKATRAZ ONLUS, CON IL SOSTEGNIO DI ANPI E LA GRANCIA, E IL CONTRIBUTO DEL CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI ANCONA  DEL COMUNE DI FALCONARA MARITTIMA

DALLA MATTINA

ORE 7.30…ALLESTIMENTO MATTUTINO DEL PARCO, SAREMO TANTI MA MAI ABBASTANZA, PER CURIOSI E AMANTI DEL BACKSTAGE, VENITA A DARE UNA MANO, SEMBRA STRANO MA E’ ADDIRITTURA DIVERTENTE

ORE 11.30…DA PARCO KENNEDY VERSO PIAZZA MAZZINI. Come ogni anno andremo a presenziare la cerimonia ufficiale in Piazza, siete tutti i benvenuti, partiamo e torniamo insieme, dalla parte giusta!

ORE 13…PRANZO SOCIALE AUTOGESTITO AL PARCO..PORTATE VIVERI X I NUOVI RESISTENTI, CON BARETTO SOCIALE, FOOD TRUCK E RADIO FALKATRAZ GIA’ ATTIVI E RUMOROSI

DAL POMERIGGIO IN POI

CRITICAL MARKET: BANCHETTI INFORMATIVI, ESPOSIZIONI ARTIGIANALI, WORKSHOP E LABORATORI ARTISTICI, GIOCOLERIA ITINERANTE, CAMPAGNA TESSERAMENTO ANPI FALCONARA 2017

PRESENTAZIONE ED ESIBIZIONE DELLE POLISPORTIVE POPOLARI ANTIRAZZISTE LOCALI DI JESI ANCONA E FALCONARA E DEI PROGETTI DEGLI OPERATORI E DEI RICHIEDENTI ASILO DEL GUS FALCONARA

LIVE PAINTING ALLA MURATA DEL PARCO CON LO STREET ARTIST RUN

Nato e cresciuto a Falconara RUN è ora un noto artista emergente che fa base a Londra, le cui opere posso essere viste dalla Cina all’Europa, all’Africa. Ha esposto i suoi lavori in varie gallerie ed eventi internazionali da Roma a Londra e Los Angeles. Questa profonda passione per il viaggio si è spesso trasformata in una sorta di catalizzatore per creare arte in modo elementare e giocoso, con lo scopo finale di impegnarsi ad aprire un dialogo con persone di differenti culture ed estrazione sociale. E’ recentemente Autore del libro “Time traveller artist man” che racconta i suoi ultimi viaggi a tracciare opere lungo mezzo mondo. Il suo stile più che riconoscibile mostra un livello di dettagli e complessità tali non facilmente rinvenibili nell’odierna street art. L’arte di RUN disegna linguaggi di comunicazione, creazioni che parlano a pubblici diversi su livelli multipli. Con il sostegno di Falkatraz Onlus, RUN ha deciso di regalare alla propria Città Natale un’opera duratura in un luogo simbolico e cuore pulsante della Città come il Parco Kennedy.

Time Traveller Artist Man by Giacomo Run

Watch the Video !Please follow please support , please share !This book is a legacy book of public art and of my work …a legacy of my journey Any help will be very appreciated ! I sincerely thanks you for any support you can give …Thanks ! Giacomo Bufarini Runhttps://www.kickstarter.com/projects/480833114/time-traveller-artist-manA book about the international public artist Giacomo Bufarini aka RUN, travelling through 8 countries, sharing his art in this book.

Geplaatst door RUN op maandag 30 mei 2016

 

SPETTACOLO DI ACROBATICA AEREA A CURA DI REVOLE’

Dal 2013 e per la quinta edizione consecutiva un must amato e osannato a furor di popolo. La compagnia di nuovo circo e acrobatica aerea Revolé è attualmente composta da Allegra Mocchegiani, Arianna Masi, Michela Fiorani, Antonella Agostinelli, Elena Lausdei e Irene Contadini. La compagnia nasce nel 2011, con il nome Revolutionair, poi Revolé dal 2015. Attualmente la compagnia partecipa a festival ed eventi con spettacoli e performance di propria produzione.
Revolé si pone in un clima di continua ricerca, ispirazione e creazione al fine di rinnovare sempre la propria offerta di spettacoli e di permettere al proprio spirito creativo di esprimersi liberamente.

 

VERDICCHIO SOUND SYSTEM

Recente band marchigiana emergente che raccoglie otto musicisti virtuosi di diverse generazioni provenienti da Falconara e l’entroterra marchigiano, uniti per la passione comune dello ska del reggae e del rocksteady: Aquilanti Stefano,Paolo Brunori,Massimiliano Scortichini,Diego Pieroni,Giacomo Martarelli,Luca Silvestri,Davide Ballanti,Leonardo Carletti;

 

EUSEBIO MARTINELLI AND THE GIPSY ABARTH ORKESTAR

EUSEBIO MARTINELLI, CON LA SUA GIPSY ORKESTAR, PRESENTA DAL VIVO IL SUO TERZO ALBUM DA SOLISTA “DANZE”, E VI FARA’ BALLARE A RITMO DI BALKAN FINO A SCHIATTARE…


Eusebio Martinelli e la sua tromba si uniscono all’età di 8 anni quando la buona sorte gli fa conoscere il M° Neldo Lodi, storica tromba solista dei più celebri film di Sergio Leone, che lo segue nei primi anni di studio della musica e gli trasmette il grande amore verso la tromba. Tra le collaborazioni più significative si ricordano Vinicio Capossela, Negramaro, Modena City Ramblers, Mau Mau, Calexico, Demo Morselli, Kocani Orkestar, Mauro Pagani, Frank London, Roy Paci, Marc Ribot, Saule, Michelle Godard. Grazie alla lunga collaborazione con Vinicio Capossela, ha modo di conoscere e di suonare con artisti di diversa nazionalità, tra cui anche la Kocani Orkestar (SRB) e la Taraf de Haidouks (RO), che gli fanno scoprire ed amare la grande musica gitana. Nasce così la voglia di dar vita ad un progetto musicale che racchiudesse questa essenza, ossia in cui i musicisti e gli spettatori non siano in alcun modo separati da un dislivello dovuto al palcoscenico, ma si uniscano in una festa che veda sullo stesso piano persone che ballano, suonano e cantano liberamente. Questo avviene nel 2011 con “Gazpacho”, primo album della band distribuito da CdBaby alla cui realizzazione partecipano anche musicisti internazionali provenienti dalla band di Goran Bregovich, dalla Fanfara Ciocarlia e dai Modena City Ramblers. Il 2014 è invece l’anno di uscita di “Apolide”, secondo album della Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar. Recentemente, lo scorso 15 marzo 2017 esce “Danze” per Makeadream/Goodfellas, terzo disco di Eusebio Martinelli in collaborazione con musicisti dell’orkestra di Goran Bregovic e i Sud Sound System, CHE VEDRA’ IL CONCERTO DI FALCONARA COME UNA DELLE ANTEPRIME DI PRESENTAZIONE DEL NUOVO ALBUM
“Danze Sulla Polvere” – singolo estratto da “Apolide”


MA IL VERO SPETTACOLO LO FAREMO TUTTI INSIEME

Con una crew moltitudinaria composta dalla vecchia guardia degli ideatori del Festival del centro sociale Kontatto, dai nuovi attivisti che si sono resi protagonisti nelle ultime edizioni e dai ragazzi e dalle ragazze di Grancia Libera…

E SOPRATTUTTO CI SARETE TUTTI VOI, IL CONSUETO PUBBLICO CHE DA SEMPRE AMA E PARTECIPA A QUESTO EVENTO, DI ANNO IN ANNO SEMPRE PIU’ NUMEROSO. FATELO COME SEMPRE IN FORMA ATTIVA, SUPPORTATECI, DATECI UNA MANO, PROMUOVETE QUESTA FESTA POP ANTIFASCISTA NATA DAL BASSO, VENITE A DIVERTIRVI AL PARCO KENNEDY, PASSATE PAROLA, COME AS YOU ARE…

Posted in FalkatrazFestival, General | Leave a comment

con #OVERTHEFORTRESS all’aereoporto raffaello sanzio di falconara: né detenzione né deportazione

Oggi eravamo all’aeroporto delle Marche di Falconara per dire NO al decreto Minniti-Orlando, il messaggio comparso nella sala partenze! #overthefortress vuole il riconoscimento del diritto di restare ed e’ contro i centri per il rimpatrio (Cpr). Siamo per un Europa senza confini, sia materiali che immateriali. #noborder #noborders

 

Ancona – Iniziativa all’aeroporto “Raffaello Sanzio” di Falconara Marittima degli attivisti di #OverTheFortress e dei Centri Sociali delle Marche nella giornata di mobilitazione del #18M, raccogliendo l’appello del City Plaza Atene (leggi http://bit.ly/2mGqLJR) ad un anno dal vergognoso accordo Ue-Turchia sui migranti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un’azione comunicativa per denunciare l’attacco ai diritti e alle libertà civili portato avanti dal Governo per mezzo dei decreti Minniti-Orlando su sicurezza urbana e sistema accoglienza e immigrazione.

“Le Marche sono indisponibili all’apertura di un Centro Permanente per i Rimpatri, nessun volo della deportazione salperà da questo aeroporto.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marche. Cresce l’opposizione al D.L. Minniti-Orlando…DA MELTING POT

Posted in Ambasciata dei diritti Migranti CONFLITTI GLOBALI, CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move | Leave a comment

FALKATRAZ SOSTIENE TERREINMOTO

vi invitiamo a vedere ed ascoltare le voci e le immagini del presidio di Terreinmoto (pagina facebook sito internet)che si è tenuto ieri davanti alla Regione Marche


https://www.facebook.com/pg/csakontatto/photos/…
Un presidio di un centianaio di persone in cui abbiamo potuto solidarizzare con chi il terremoto e il post terremoto l’hanno subito e lo continuano a subire ogni giorno, ma che ha deciso di non darsi per vinto, di continuare a vivere e a lottare…un presidio certo non numerosissimo, sia perchè i nostri fratelli marchigiani terremotati vivono sotto ricatto e non tutti in una situazione di stringente dipendenza hanno la forza di battere i pugni nei portoni dei palazzi della politica, sia soprattutto perchè e’ molto più facile e comodo essere solidali dal proprio salotto privato davanti ad un televisore e una tastiera…siamo invece felici di esserci presi una mattinata, di aver conosciuto queste persone, di aver potuto portare solidarietà concreta, di aver ascoltato le loro parole di dignità, di aver favorito con la presenza al presidio un incontro tra la rete di terreinmoto e la regione marche.
Non lasciamoli soli, sosteniamo terreinmoto marche

Posted in AcquaBeneComune Difesa Territorio NoTAV Quadrilatero TRIVELLEZERO, Falkatraz Move, General | Tagged | Leave a comment

GAS PLUS A SANTA MARIA NUOVA LE NOSTRE OSSERVAZIONI AL MINISTERO DELL’AMBIENTE PER IL NO ALLA PROCEDURA DI VIA

Come promesso alla partecipata assemblea di Santa Maria Nuova dello scorso venerdì 13 gennaio, Trivelle Zero ha inviato la scorsa settimana al Ministero dell’Ambiente le proprie osservazioni in opposizione alla procedura di VIA. Contrasteremo in tutti i modi la messa in produzione della trivellazione a gas voluta dalla Gas Plus nei nostri territori. Innanzitutto ci teniamo a ringraziare Augusto De Sanctis per il suo personale contributo in questa battaglia, insieme agli altri relatori intervenuti all’assemblea del 13 scorso e ai tanti presenti. Avremo bisogno del sostegno di tutti per vincere questa battaglia e arrivare fino in fondo. Il corposo documento che raccoglie le nostre osservazioni e invita il ministero competente ad esprimere PARERE NEGATIVO, mette in evidenzia parecchie criticità, formali e sostanziali:

1)DIFETTO DI PUBBLICAZIONE – MANCATO COINVOLGIMENTO DI ALTRI COMUNI L’Art.23 comma 3 del D.lgs.152/2006 prescrive che il deposito dei documenti sia effettuato presso i “comuni il cui territorio sia anche solo parzialmente interessato dal progetto o dagli impatti della sua attuazione.” In questo caso il proponente ha depositato esclusivamente gli atti nel Comune di Santa Maria Nuova. A nostro avviso tale modalità di presentazione dell’istanza ne inficia la validità in quanto è evidente come siano diversi i comuni coinvolti. Qui si elenca la distanza tra l’area di cantiere e il confine dei comuni limitrofi: Filottrano (1,2 km); Jesi (1,5 km); Osimo (1,7 km).

2)CONTAMINAZIONE DELLE ACQUE SOTTERRANEE In primo luogo riteniamo lo studio troppo superficiale nella descrizione della condizione della falda nell’area di studio. Mancano ricostruzioni piezometriche, analisi dei flussi principali e nel sito specifico di intervento, necessari anche per inquadrare eventuali responsabilità future in caso di contaminazione…..Tra l’altro, dagli scarni dati citati, emerge che le falde dell’area già oggi non rispettano gli standard di qualità ambientale, risultando addirittura in peggioramento. In tal senso riteniamo del tutto inaccettabile aggiungere un ulteriore elemento di pressione antropica che ha effetto sul ciclo delle acque, sia direttamente sia con gli impatti potenziali sopra ricordati.

3)RISCHIO D’INCIDENTI – DISTANZA DALLE ABITAZIONI Non nascondiamo la nostra fortissima preoccupazione per la localizzazione del progetto, a 80 metri dalle prime case abitate, a 600 metri dal centro abitato di Santa Maria Nuova (An), a 1,2 km dal fiume Musone. I progetti connessi agli idrocarburi presentano intrinseche criticità per incidenti la cui gravità può essere assolutamente rilevante e tale da determinare impatti importanti sulla salute e la sicurezza dei cittadini. Dato il contesto territoriale con la presenza di case sparse a pochissima distanza o addirittura confinanti con l’area pozzo e il punto di carico dei carri, reputiamo l’intervento assolutamente incompatibile con la sicurezza dei cittadini nonchè degli agricoltori che si trovassero a lavorare nei campi circostanti in caso di incidente.

4)SUBSIDENZA Non si presenta alcuna elaborazione sito-specifica sulla subsidenza che potrebbe essere innescata dall’estrazione in 20 anni.

5)RISCHIO SISMICITÀ INDOTTA/CARATTERISTICHE DEL GIACIMENTO Non si presenta nemmeno una descrizione del giacimento e di tutti gli elementi di interesse (faglie; sorgenti sismogenetiche attive ecc) presenti che possono essere utili ad identificare tutti i potenziali impatti derivanti dall’estrazione di metano. L’aspetto forse più grave è, probabilmente, un altro. In un tale contesto su cui grava un tale rischio (infatti il comune di Santa Maria Nuova è classificato in categoria 2 di rischio) non si fa neanche un accenno alla problematica della sismicità potenzialmente indotta proprio dall’attività proposta (nel termine comprendiamo anche quella innescata) nonostante siano ormai molteplici le prove scientifiche che collegano strettamente le attività connesse agli idrocarburi e la generazione di sismi

6)BENEFICI PER LA COMUNITA’ – IL CASO DELLE ROYALTY in Italia, per quanto riguarda le royalty, esiste il sistema delle franchigie. Gran parte dei pozzi produttivi non versa alcuna royalty perché non supera un minimo di produzione annuo. Infatti, basta consultare il sito dell’UNMIG per scoprire che, nonostante l’esistenza nelle Marche di diverse concessioni di coltivazione e a fronte di una produzione di metano nel 2016 alla Regione Marche è stata assegnata una cifra di 97.000 euro, insignificante rispetto al valore reale della produzione (di una risorsa che teoricamente dovrebbe essere dei cittadini italiani). Poichè il pozzo in questione erogherebbe una quantità annua di 2,5 milioni di SMc la società GasPlus non verserebbe un euro di royalty essendo al di sotto della quota di franchigia; praticamente non si tratterebbe di una valorizzazione ma di una vero esproprio di ricchezza dalla comunità verso il privato visto che gli idrocarburi sarebbero poi rivenduti a questi ultimi a prezzo di mercato.

Trivelle Zero Marche

Posted in AcquaBeneComune Difesa Territorio NoTAV Quadrilatero TRIVELLEZERO | Tagged , , | Leave a comment

TRIVELLE ZERO A SANTA MARIA NUOVA

VENERDI’ PROSSIMO 13 GENNAIO SI TERRA’ A SANTA MARIA NUOVA UN’ASSEMBLEA PUBBLICA CON LA PARTECIPAZIONE DI TRIVELLE ZERO MARCHE. DALLO SCORSO DICEMBRE E’ STATA AVVIATA LA V.I.A. NAZIONALE PER L’IMPIANTO DI ESTRAZIONE PROPOSTO DALLA GAS-PLUS. Per l’esito dell’istanza sarà necessaria l’intesa stato/regione e potranno pervenire osservazioni entro il prossimo 20 gennaio. Insieme agli invitati al dibattito Augusto De Santctis (Consulente ambientale), Carlo Brunelli (Sunesis Ambiente), ai Rappresentanti dell’Associazione Ambiente e Salute nel Piceno e del Coordinamento Trivelle Zero Marche, sarà possibile approfondire le interazioni che l’impianto situato in via Francescona di Santa Maria Nuova, può avere sulla salute, l’ambiente e la sicurezza, al fine di condividere e sottoscrivere le osservazioni da presentare al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.
CHIEDIAMO A TUTTI E AI TANTI SENSIBILI SUL TEMA DI CONDIVIDERE L’APPUNTAMENTO DI VENERDI’ E DI ESSERE PRESENTI A QUESTO E AI PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

Posted in AcquaBeneComune Difesa Territorio NoTAV Quadrilatero TRIVELLEZERO | Tagged , , | Leave a comment

DOVE SONO I REGISTRI TUMORI

 
#TUMORI, QUESTO ARTICOLO E QUESTA MAPPA DICONO TUTTO.
#Inquinamento, indagini epidemiologiche non non vengono svolte, pare evidente che vi sia la volontà di non far emergere i problemi. Però i 20 miliardi per Monte dei paschi si trovano in due giorni.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/05/rete-nazionale-dei-registri-tumori-tra-mancanza-di-decreti-attuativi-e-il-nodo-privacy-i-motivi-di-unincompiuta/3283406/
 
Posted in AcquaBeneComune Difesa Territorio NoTAV Quadrilatero TRIVELLEZERO, Ambiente nocentrali API no rigassificatori rifiuti zero TRIVELLEZERO | Leave a comment

un regalo utile per il comitato SI BLOCCA INCENERITORI

AUGURI A TUTTI E FACCIAMOCI UN REGALO UTILE, SOSTENENDO IL RICORSO NAZIONALE CONTRO IL DECRETO SBLOCCA – ITALIA

Posted in Ambiente nocentrali API no rigassificatori rifiuti zero TRIVELLEZERO, Falkatraz Move, General | Tagged , | Leave a comment

C’E’ CHI DICE NO DA FALKATRAZ A ROMA

Il nostro No al referendum costituzionale parla i tanti linguaggi di un popolo meticcio e variegato che torna a essere protagonista, oggi non
era scontato ne’ facile essere in 50mila nella piazza della Capitale per bloccare i tentativi di deriva autoritari rappresentati da questa riforma dall’alto e porre di nuovo al centro la questione dei diritti della scuola pubblica e delle forme di welfare, del reddito e del lavoro, dell’autonomia dei territori, del sostegno alle tante forme di resistenza alla crisi…Renzi e compagnia lo sfratto e’ vicino…Adelante

FOTO E VIDEO DA ROMA QUI (1 2)

Assalti Frontali sul palco di Piazza del Popolo x il No sociale al referendum

Assalti Frontali sul palco di Piazza del Popolo x il No sociale al referendum

Geplaatst door Csa Kontatto op zondag 27 november 2016

 

Posted in Falkatraz Move, General | Leave a comment

C’E’ CHI DICE NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE: TRIVELLE ZERO MARCHE A FALCONARA

NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE E ALL’INCENERITORE DELLE MARCHE…TRIVELLE ZERO, C’E’ CHI DICE NO!!!

DOPO L’ESTATE E NONOSTANTE LA SCONFITTA DELLA PROPOSTA DI REFERENDUM SOCIALI
https://stopdevastazioni.wordpress.com/2016/08/13/riflettiamo-lottando-comunicato-promotori-referendum-sociali-trivelle-zero/

http://www.cobas.it/Notizie/Due-milioni-di-firme-contro-la-legge-107-della-cattiva-scuola-non-sono-bastate
TRIVELLE ZERO MARCHE HA DECISO DI NON MOLLARE
LO SCORSO PRIMO OTTOBRE SIAMO STATI PRESENTI ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DEI MOVIMENTI CHE A ROMA HA LANCIATO LA CAMPAGNA C’E’ CHI DICE NO
http://www.globalproject.info/it/in_movimento/ce-chi-dice-no-report-assemblea-nazionale-del-1-ottobre/20368

CI RIVEDIAMO GIOVEDI’ 3 NOVEMBRE AL CENTRO PERGOLI DI PIAZZA MAZZINI A FALCONARA ALLE ORE 21 PER :
—–DISCUTERE DELLE MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI DOMENICA 27 NOVEMBRE A ROMA PER IL NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE
https://www.facebook.com/events/978280895634229/?ref=3&ref_newsfeed_story_type=regular&action_history=null&source=3&source_newsfeed_story_type=regular

Siamo quelli che lavorano troppo per troppo poco, siamo quelle che ormai lavorano gratis per fare curriculum, siamo quelli che vorrebbero studiare ma non hanno soldi, siamo quelle con le scuole che crollano, siamo i giovani che sono costretti ad andarsene dall’Italia, siamo quelli senza casa o che pagano affitti troppo alti, siamo quelle che subiscono le grandi opere sui propri territori, siamo quelli che non ne possono più che si protesti solo su Facebook.

Politici, banchieri, vips, capitani d’industria, non lasceremo parlare solo loro sul referendum costituzionale di dicembre! Il Partito di sistema (alias PD) ha dimostrato in questi trenta mesi di governo quali sono le sue politiche: mancette elettorali, grandi opere, jobs act, buona scuola, genuflessioni all’UE. Premier e partito della nazione, col referendum costituzionale e l’italicum, vogliono più poteri per mettere l’acceleratore nella scientifica distruzione dei nostri diritti. In tanti territori c’è già chi ha imparato a dire NO ad un modello di sviluppo non più sostenibile. Altri resistono tutti i giorni con piccoli gesti che restano invisibili.

Con un clamoroso voltafaccia Renzi ha già detto che non si dimetterà nel caso in cui perda il referendum. È evidente che votare NO al referendum è importante, ma non basterà! Mobilitiamoci già da ora per lanciare un avvertimento: dopo il referendum o se non se ne va lui o lo cacceremo NOI!

Non aspettiamo il 4 dicembre per prendere parola, nelle prossime settimane diffondiamo il NO e ritroviamoci poi TUTTI A ROMA IL 27 NOVEMBRE!

27 NOVEMBRE 2016
ORE 14: 00 PIAZZA DELLA REPUBBLICA -> CORTEO NAZIONALE DEL NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE
ORE 18:00 PIAZZA DEL POPOLO -> ARTISTI PER IL NO, CONCERTO MUSICA E PAROLE

#CèChiDiceNO

——RILANCIARE SUI TERRITORI L’OPPOSIZIONE ALLO SBLOCCA ITALIA A MAGGIOR RAGIONE DOPO IL DECRETO ATTUATIVO DI FINE ESTATE…Il ministro Galletti ha lavorato per evitare la procedura di VAS che gli aveva richiesto la stessa Commissione Europea, il Governo Renzi HA PUBBLICATO IL DECRETO DEL 10 AGOSTO ed ha deciso di andare avanti con “l’attuazione” della pessima Legge 133/2014 ex Decreto Sblocca Italia.
Pertanto ci dobbiamo attrezzare subito per la procedura di ricorso al TAR LAZIO e per tutto quanto sia utile per contrastare questo ennesimo regalo alle Multiutility che vedono riconosciuto il diritto a costruire ben OTTO NUOVI INCENERITORI (Umbria – Marche – Lazio – Campania – Abruzzo – Puglia – Sicilia – Sardegna) oltre all’avvio di CINQUE INCENERITORI AUTORIZZATI MA NON COSTRUITI O NON IN ESERCIZIO in Toscana (Sesto Fiorentino 2 linee) – nel Lazio (Malagrotta 1+2 e S. Vittore FR) – Puglia (Statte TA 2 linee) e Calabria (Gioia Tauro 2 linee).
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-10-05&atto.codiceRedazionale=16A07192
STIAMO PARLANDO DI OTTO NUOVI INCENERITORI PER 1.831.000 TON/ANNO
E DI CINQUE INCENERITORI FERMI O DA AMPLIARE PER 665.000 TON/ANNO
QUINDI IL RISULTATO A REGIME SAREBBE DI 2.596.000 TON/ANNO DI NUOVO INCENERIMENTO

Posted in AcquaBeneComune Difesa Territorio NoTAV Quadrilatero TRIVELLEZERO, Ambiente nocentrali API no rigassificatori rifiuti zero TRIVELLEZERO, Falkatraz Move, General | Tagged , , , , , | Leave a comment