DA FALKATRAZ A FERMO, IL PROSSIMO 5 LUGLIO AD UN ANNO DALLA MORTE DI EMMANUEL

Fermi contro il razzismo! Il 5 Luglio a Fermo per non dimenticare Emmanuel

Per un’accoglienza degna, No al Centro per il Rimpatrio a Falconara

L’Amministrazione di Falconara ha da poco reso noto che un’area logistica nelle vicinanze dell’aereoporto di Falconara in via del Fossatello è stata individuata dal Governo “tra i beni destinati a soddisfare esigenze istituzionali per l’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia”. Subito è stata ingaggiata una competizione populista e xenofoba per strumentalizzare un tema così delicato che porta facili consensi nell’aizzare la guerra tra poveri in questi tempi di profonda crisi che ci tocca tutti. E’ ora di reagire e interrompere questo coro di voci tutte uguali:

da quasi dieci anni, vari governi di ogni colore politico cercano di utilizzare a questi scopi siti militari o del demanio della nostra Città, considerando la collocazione logistica di Falconara prossima ai principali nodi infrastrutturali di comunicazione e viabilità;

questa ultima recente possibilità poco centra con le forme di accoglienza, sia degli sprar che dei centri di prima accoglienza, ma, in linea con il recente decreto Minniti, intende riaprire sotto mentite spoglie gli ex CPT o CIE, addirittura uno per Regione, autentiche prigioni a cielo aperto, luoghi di detenzione e come assodato negli anni di negazione di diritti e teatro di violenze e illegalità, tali da averne determinato la quasi completa chiusura tranne circa quattro siti rimasti funzionanti in tutta la penisola;

quindi quello di Falconara più che ad accogliere sarà un sito destinato all’identificazione e/o alla detenzione ai fini del rimpatrio, con tutte le problematiche di sicurezza e ordine pubblico del caso, che dovrebbe far felici quelli che in questo mese si sono prodigati in dichiarazioni razziste e xenofobe, a patto che si sappia convivere con la coscienza sporca ma le mani sempre ben pulite;

nonostante tutto siamo convinti che Falconara sia ben altro e che in questi anni di opposizione ai CPT e di pratiche anche virtuose di accoglienza integrazione e impegno volontario, saprà anche questa volta dimostrare il suo volto migliore.

Il sito individuato è in condizioni a dir poco fatiscenti, di dubbia agibilità e non in grado di ospitare persone in modo degno e civile. Tutt’altro rispetto alla propaganda di chi racconta di hotel a cinque stelle e case gratis ai migranti…

Per tutto questo vogliamo accogliere l’invito del comitato 5 luglio a manifestare a Fermo ad un anno dalla morte di Emmanuel, invitando tutti a partecipare e condividendolo come un momento importante per reclamare una Falconara più sicura accogliente e solidale, e ostile ai rigurgiti razzisti e al decreto Minniti.

“Il 5 Luglio vogliamo essere di nuovo in tanti, come un anno fa, nelle strade di Fermo, a rendere omaggio ad una giovane vita prima stroncata da una aggressione razzista, e poi vilipesa da una ignobile campagna xenofoba.
Vogliamo essere in tanti a gridare ad alta voce no al razzismo, per contrastare il clima di indifferenza e giustificazionista che oggi tenta di affermarsi in Italia e in Europa nel senso comune e nella quotidianità e spesso indulge o si compiace nella guerra agli ultimi, ai “diversi” , ai poveri, ai migranti.
Per questi motivi ci appelliamo ai cittadini di Fermo , a quelli marchigiani e di ogni altra parte d’Italia, affinchè partecipino numerosi alla manifestazione del 5 Luglio : per una presenza composita e plurale, in cui si fondino impegno e festa, musica e cultura, che ponga al centro la scelta dell’accoglienza e della convivenza, che riaffermi i valori di solidarietà e fratellanza non sul terreno della invocazione astratta ma su quello “politico” della assunzione della responsabilità collettiva.

Per dire no al razzismo, alla xenofobia e ad ogni forma di discriminazione; Garantire l’effettivo esercizio del diritto di asilo e di movimento contro la politica dei respingimenti e dei muri ; Aprire subito canali di ingressi sicuri e legali ed evitare le stragi quotidiane di migranti; Abrogare le leggi regressive e repressive come i recenti Decreti Minniti-Orlando e la Legge Bossi-Fini; Riformare la Legge sulla Cittadinaza (Ius Soli) e sul diritto di voto a tutti gli stranieri residenti; Assicurare una accoglienza trasparente e di qualità dei richiedenti asilo ( Sistema unico fondato sullo SPRAR e superamento dei Centri Straordinari)”

Con la Grancia Antirazzista

L'APPELLO per la manifestazione antirazzista del 5 Luglio a FermoFERMI CONTRO IL RAZZISMO!Il 5 Luglio per non…

Geplaatst door Comitato 5 Luglio FERMO op zaterdag 17 juni 2017

 

 

Posted in Ambasciata dei diritti Migranti CONFLITTI GLOBALI, CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move, General | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Con la Grancia Antirazzista

I ragazzi de La Grancia in collaborazione con Falkatraz daranno vita domenica 25 giungo porssimo al Campetto Polivalente della Grancetta ad un evento di promozione della manifestazione “Fermi contro il razzismo!” che si terrà il 5 Luglio a Fermo.
Come sempre, con l’inimitabile stile dei nostri eventi, a partire dal pomeriggio il parco sarà gremito di iniziative tra cui:

●Calcetto antirazzista
●Mostra pannelli informativi (vignettisti&art drawing)
●Radio Grancia
●Dibattiti sui principali temi di attualità
●Jam Session
●LiveSet con RedMata4et
●Dj Set

L’EVENTO SU FACEBOOK

Posted in Ambasciata dei diritti Migranti CONFLITTI GLOBALI, CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move | Tagged , , , , , | Leave a comment

Dalla murata del Kennedy

Alcuni momenti della giornata di ieri alla murata del ParcoKennedy insieme a Run…dopo il Falkatraz, ancora senza una sede, in una città sempre più povera di luoghi di aggregazione, continuiamo a riprenderci a modo nostro i nostri spazi

L’invito al 4 giugno

Video e foto su facebook

Posted in General | Leave a comment

Alcuni europei non si arrendono alle vostre cazzate

Oggi 2 giugno in occasione della festa della Repubblica…Alcuni Europei non si arrendono alle vostre cazzate..
Falconara non vuole la vostra propaganda razzista e fascista.
Fuori casapound dalle nostre città!
Ovviamente dopo le segnalazioni avute da passanti inorriditi lo striscione e’ stato subito rimosso…hasta luego

Posted in CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move | Tagged , , | Leave a comment

DOMENICA 4 GIUGNO ALLA MURATA DEL PARCO KENNEDY

Per ritrovarci, per festeggiare, per abitare il parco kennedy bene comune, per pensare insieme nuovi eventi e condividerne altri…
DOMENICA PROSSIMA 4 GIUGNO DALLE 18 IN POI CI VEDIAMO ALLA MURATA DEL PARCO KENNEDY DIPINTA DA RUN
Tante emozioni, un lungo percorso di riappropriazione degli spazi pubblici, la voglia di aggregazione e di produrre cultura arte musica di tanti e tante, un movimento di libera espressione che per mesi ha visto protagonisti la crew del Falkatraz 2k17 e i tantissimi presenti il 25 aprile al parco, si condensano e materializzano grazie a RUN in un luogo ormai simbolo della nostra città…
VI ASPETTIAMO SULLA MURATA DEL PARCO

Per ritrovarci, per festeggiare, per abitare il parco kennedy bene comune, per pensare insieme nuovi eventi e…

Geplaatst door Csa Kontatto op dinsdag 30 mei 2017

Posted in General | Leave a comment

DOPO LA DECIMA EDIZIONE DEL FALKATRAZ

25APRILE2017PARCOKENNEDY DECIMA EDIZIONE una sequenza lunghissima e in aggiornamento di immagini mosse caotiche moltitudinarie di questa straordinaria decima edizione del falkatraz…questo 25 aprile non è stato solo un evento ma un percorso durato mesi e che non si chiude. Dal corteo mattutino in piazza al pranzo con i richiedenti asilo di falconara, ai concerti alla murata di RUN, ai colori del mercatino di autoproduzioni fino allo spettacolo di danza aerea, con le polisportive al campetto e insieme ai tantissimi che hanno animato e si sono divertiti con noi al parco kennedy, abbiamo dato un segnale enorme ed ineludibile. Siamo movimento dove ci vorrebbero isolati e silenziosi, siamo libera espressione oltre e contro il pensiero unico dei tanti che dicono tutti la stessa cosa, siamo l’antifascismo praticato e militante contro i rigurgiti sempre più e troppo tollerati, siamo un popolo meticcio e accogliente contro ogni forma di razzismo e intolleranza…e soprattutto se vogliamo siamo tantissimi, molti di più di queste presunte maggioranze silenziose ed elettorali che pure pretendono di governare le nostre vite. e soprattutto quando vogliamo sappiamo trovare le parole giuste, i modi migliori, per dimostrare nei fatti che un altro pezzo di mondo è ancora pur sempre possibile e che abbiamo tutta l’intenzione di prendercelo…FALKATRAZ2K17

25APRILE2017PARCOKENNEDY DECIMA EDIZIONE una sequenza lunghissima e in aggiornamento di immagini mosse caotiche…

Geplaatst door Csa Kontatto op dinsdag 25 april 2017

L’ALBUM FOTOGRAFICO COMPLETO SU FACEBOOK

Posted in CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

Chiudiamo questa grande giornata al Parco Kennedy

Chiudiamo questa grande giornata al Parco Kennedy di Falconara Marittima con due immagini rappresentative della voglia di liberazione che questa città sa esprimere nei momenti migliori…questa edizione del Falkatraz e’ stata fuori dal comune e oltre ogni aspettativa, segna un punto indelebile tra un prima e un dopo…e non finisce qui. A presto

SUL NOSTRO PROFILO FACEBOOK TROVATE FOTO E VIDEO

Posted in General | Leave a comment

SABATO 22 APRILE L’Ottavo Chilometro al Museo della Resistenza di Falconara

Sabato 22 aprile dalle ore 17 al Museo della Resistenza, Palazzo Bianchi via del Municipio 1

Come consuetudine anche quest’anno l’edizione del Falkatraz Festival verrà presentata con un evento a tema al Museo della Resistenza di Falconara Marittima.

Per questa decima edizione, un grande ritorno, di un libro senza età, un piccolo romanzo di formazione, una storia vecchia ma sempre attuale, che parla dei nostri luoghi dell’anconitano, di persone semplici e magari anonime che fanno la storia, della barbarie della guerra e della morale rivoluzionaria e popolare dei partigiani…

Presentazione della ristampa 2015 de “L’Ottavo Chilometro. Memorie di vita partigiana nelle Marche” di Wilfredo Caimmi e Alfredo Antomarini, alla presenza dell’Autore Alfredo Antomarini.

Durante l’iniziativa collegamento web da Pontida per il Festival dell’orgoglio antirazzista e migrante…”Essere a Sud, in questo caso, vuol dire essere abitanti di un territorio che viene sfruttato, saccheggiato, depredato e avvelenato in nome di una sua presunta inferiorità. Essere a Sud vuol dire essere abitanti delle periferie, essere donne in un paese in cui il lavoro femminile è sistematicamente sottopagato, essere omosessuali in un paese ancora omofobo, essere clandestini in un paese che costruisce barriere e lascia morire in mare chi scappa dalla guerra.Essere a Sud vuol dire essere una delle piccole storie minori, una delle tantissime minoranze che non rientrano nella “storia maggiore“, a senso unico, raccontata ogni giorno dai giornali

Wilfredo Caimmi nasce ad Ancona, nel quartiere popolare del Piano San Lazzaro. Studente, lavorava nella piccola azienda di commercio di bibite del padre.

Comunista, partigiano a 18 anni, aderì alle Brigate Garibaldi.

Scampato fortunosamente all’Eccidio di Monte Sant’Angelo di Arcevia (AN) nel maggio 1944, fu poi combattente nel Gruppo di Combattimento Cremona, lungo la Linea Gotica.

Per le sue gesta di combattente per la libertà gli venne assegnata la Medaglia d’argento al valor militare.

Nel 1990, dopo una vita riservata, vennero scoperte in un sottoscala della sua abitazione e sequestrate le armi della sua brigata partigiana, che egli non aveva mai consegnato, custodendole in segreto per decenni, armi che nel tempo erano divenute per lui un legame inseparabile con i ricordi dei compagni caduti, degli entusiasmi e delle speranze della giovinezza.

Le armi, dissequestrate ad iniziativa dell’allora ministro della Giustizia Oliviero Diliberto ed assegnate grazie all’interessamento dello storico Ruggero Giacomini, per il loro valore storico, al Comune di Falconara Marittima, sono esposte nel Museo della Resistenza di Falconara Marittima.

Esordiente a 70 anni, scrisse numerosi libri e raccolte di racconti, sulla Resistenza italiana e poi sulla povertà nel dopoguerra.

È scomparso il 17 ottobre 2009 ad Ancona.

Anche dopo morto, la figura di Caimmi è stata oggetto di attacchi da parte dei nemici della democrazia: la sua tomba nel cimitero di Tavernelle ad Ancona è stata profanata per ben tre volte. Nel novembre 2009, la lapide della sua tomba e quella di un altro storico partigiano anconetano, Tonino Gobbi, vennero imbrattate con simbologie nazifasciste. Il 13 marzo 2010, alla vigilia della sepoltura della partigiana e sindacalista Derna Scandali, ignoti tracciarono il simbolo di una svastica nazista sulla lapide della sua tomba e lasciarono sulla mensola della sepoltura la cartuccia di un fucile, probabilmente da caccia. Il 16 ottobre 2010, anche in questo caso coinvolgendo la sepoltura del Gobbi, è stata deposta sulla tomba dei due partigiani una cartuccia di fucile calibro 12 inesplosa.

(Wilfredo Caimmi nel 2008 al CSA Kontatto, insieme a Gianfranco Pistola e Nazareno Re, organizzando la seconda edizione del Falkatraz Festival…)

Posted in General | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

FALKATRAZ FESTIVAL 10° EDIZIONE 2017

“FINCHE’ NOI SIAMO INSIEME CHI CI FERMERA’? CI SIAMO INNAMORATI DELLA LIBERTA'”

E chi lo avrebbe detto che lo avremmo fatto per dieci volte…E allora avanti, questo ad ora il programma “ufficiale” in continua ridefinizione, che Falkatraz è movimento per il movimento, nessuno, nemmeno noi, ammesso che lo volessimo, potremmo fermarlo…

QUI LE PASSATE EDIZIONI DAL 2008

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME SEMPRE UN’ESPLOSIONE DI CULTURA ARTE MUSICA IMPEGNO SOCIALE AGGREGAZIONE, NEL CUORE VERDE DEL PRINCIPALE PARCO CITTADINO, NELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE CI RIPRENDIAMO LA CITTA’

EVENTO IDEATO DA FALKATRAZ ONLUS, CON IL SOSTEGNIO DI ANPI E LA GRANCIA, E IL CONTRIBUTO DEL CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI ANCONA  DEL COMUNE DI FALCONARA MARITTIMA

DALLA MATTINA

ORE 7.30…ALLESTIMENTO MATTUTINO DEL PARCO, SAREMO TANTI MA MAI ABBASTANZA, PER CURIOSI E AMANTI DEL BACKSTAGE, VENITA A DARE UNA MANO, SEMBRA STRANO MA E’ ADDIRITTURA DIVERTENTE

ORE 11.30…DA PARCO KENNEDY VERSO PIAZZA MAZZINI. Come ogni anno andremo a presenziare la cerimonia ufficiale in Piazza, siete tutti i benvenuti, partiamo e torniamo insieme, dalla parte giusta!

ORE 13…PRANZO SOCIALE AUTOGESTITO AL PARCO..PORTATE VIVERI X I NUOVI RESISTENTI, CON BARETTO SOCIALE, FOOD TRUCK E RADIO FALKATRAZ GIA’ ATTIVI E RUMOROSI

DAL POMERIGGIO IN POI

CRITICAL MARKET: BANCHETTI INFORMATIVI, ESPOSIZIONI ARTIGIANALI, WORKSHOP E LABORATORI ARTISTICI, GIOCOLERIA ITINERANTE, CAMPAGNA TESSERAMENTO ANPI FALCONARA 2017

PRESENTAZIONE ED ESIBIZIONE DELLE POLISPORTIVE POPOLARI ANTIRAZZISTE LOCALI DI JESI ANCONA E FALCONARA E DEI PROGETTI DEGLI OPERATORI E DEI RICHIEDENTI ASILO DEL GUS FALCONARA

Continue reading

Posted in FalkatrazFestival, General | Leave a comment

GRANDI OPERE: Non è questa la VIA

Insieme a molte altre realtà che si occupano di ambiente e salute, con Trivelle Zero Marche, abbiamo lanciato un appello a rivedere il nuovo decreto sulla V.I.A. presentando una critica globale a quello che potrebbe trasformarsi in uno strumento di garanzia per quanti vorranno venire a trivellare sul nostro territorio, ma abbiamo anche presentato un lungo elenco di osservazioni puntuali su vari punti di criticità del decreto.

SCARICA IL DOSSIER

Roma, 29/03/2017

Al Presidente della Repubblica

Al Ministero dell’Ambiente

Al Ministro dei Beni e delle Attività culturali

Ai Presidenti delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato

Ai Parlamentari del Parlamento Italiano

Ai Presidenti della Regioni

Agli Assessori all’Ambiente delle Regioni

All’ANCI

Alla Commissione Europea Autorità Nazionale Anti-Corruzione

Ai Consiglieri regionali

 

OGGETTO: nuove procedure di Valutazione di Impatto Ambientale – rapporto Stato-regioni – qualità ambientale e tutela della Salute – richiesta di radicale modifica della proposta del Governo di recepimento della Direttiva 2014/52/UE

 

Siamo organizzazioni che da decenni operano in tutta Italia nel campo della tutela dell’ambiente e della salute, partecipando attivamente alla vita civica del paese. Abbiamo spesso evitato scempi e gravi danni al territorio e alla salute dei cittadini frutto di scelte errate e spesso scellerate degli amministratori.

 

Siamo venuti a conoscenza della proposta di Decreto predisposta dal Governo per il recepimento della Direttiva 2014/52/UE con modifiche al D.lgs.152/2006 “Norme in Materia Ambientale” (noto come Testo Unico dell’Ambiente) che ora è al vaglio della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari.

 

Vogliamo esprimere la più profonda amarezza ed indignazione per i contenuti del tutto inaccettabili della proposta di Decreto; si guarda con evidente fastidio alla partecipazione dei cittadini e degli enti locali alle scelte che interessano i territori dove essi vivono e viene alterato anche il rapporto tra Stato centrale e regioni. Enti locali e cittadini addirittura perdono del tutto la possibilità di intervenire per ben 90 categorie progettuali, dagli impianti estrattivi a quelli dei rifiuti, passando per una moltitudine di altre tipologie di opere. L’elenco dettagliato è alla fine della parte tecnica del presente documento.

 

Un provvedimento che possiamo definire in diversi passaggi foriero di corruzione per i vantaggi che offre ai funzionari pubblici infedeli e ai privati meno attenti, a chi vuole sfruttare l’ambiente illecitamente e abusivamente mettendo a rischio la salute delle persone e la qualità del territorio. Un vero e proprio vantaggio di posizione che, tra l’altro, minerebbe alla base la libera concorrenza in quanto penalizzante per le aziende più corrette che verrebbero costrette ad una competizione al ribasso.

Continue reading

Posted in AcquaBeneComune Difesa Territorio NoTAV Quadrilatero TRIVELLEZERO, Ambiente nocentrali API no rigassificatori rifiuti zero TRIVELLEZERO | Tagged , , , , , , , , , , | Leave a comment