dal 27 gennaio al 2 febbraio…per la Giornata della Memoria a Falconara

Giornata della Memoria 2020

Partecipiamo a modo nostro a questa ricorrenza centrale, focalizzando lo sguardo sulla nostra specificità territoriale, oltre le cerimonie di rito e la retorica delle grandi narrazioni, pensiamo sia importante sapere conoscere e far conoscere cosa siano state le leggi razziali e lo sterminio nazifascista qui, da noi, nella nostra città, perché nessuno si senta assolto, perché nessuno dimentichi

Falkatraz Laboratorio dell’Autogestione

Un’iniziativa per ricordare e rivivere le nostre radici cittadine nello specifico delle persecuzioni razziste e antisemite perpetrate dal fascismo anche qui, allora, nella nostra Falconara

Lunedì 27 Gennaio ore 18.00

QUESTO E’ STATO
Inaugurazione della mostra “Falconara: la nostra Città durante il fascismo e le leggi razziali”

Mostra dedicata agli istituti scolastici cittadini durante la mattina e visibile al pubblico dal 27/01 al 2/02 dalle ore 17.30 alle ora 20.00

Domenica 2 Febbraio ore 17.30

Il Novecento a Falconara
Volume V 1936/1940
L’ambiente, la società, la cultura nella stampa periodica

Letture e reading a cura di Ipazia
Intervengono gli Autori Athos Geminiani e Lucia Perazzoli

Dopo la presentazione del IV Volume lo scorso 27 Giugno, rinnoviamo la presentazione di questo nuovo volume, un’opera dei giornalisti Geminiani Athos e Lucia Perazzoli, frutto di una ricerca dettagliata presso l’Emeroteca e l’Archivio di Stato di Ancona, che ci racconta la vita sociale e politica fin dai primi anni del ‘900, nel Comune di Falconara Marittima, con articoli di giornale, documenti, comunicati, testimonianze,storie e personaggi locali.

Posted in Falkatraz Move | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Penny Wirton: il 20 Gennaio apre una strana scuola a Falconara

Questo è stato il nostro inizio, un piccolo esordio, un esodo che continua…dall’ottobre dello scorso anno in tanti si sono aggiunti, speriamo altrettanti ci accompagneranno in questo cammino…un percorso aperto che lunedì 20 gennaio vuole germogliare un nuovo seme in questa città, un antidoto contro il razzismo l’intolleranza l’indifferenza e l’esclusione, ma soprattutto per noi, per quello che vogliamo essere e per quello che vogliamo fare e faremo…
UNA SCUOLA PER E DEI MIGRANTI INSIEME A NOI, APERTA INCLUSIVA GRATUITA…TUTTA DA PROGETTARE INSIEME…Giovedì 24 ottobre, alle ore 17.30, ci ritroveremo nei locali di Falkatraz – Laboratorio dell’autogestione in via Leopardi 5b zona Galleria, per parlare della scuola di italiano per stranieri Penny Wirton, che si propone di offrire un concreto luogo di accoglienza per insegnare l’italiano agli stranieri presenti nel nostro territorio.
Una scuola aperta, inclusiva e gratuita, dove non ci sono figure remunerate e gli insegnanti sono tutti volontari.
Il modello di insegnamento, basato sul rapporto 1 a 1, consente a persone che parlano l’italiano di sedersi di fronte ad altre che vogliono impararlo, in una reale pratica comunitaria di condivisone di intenti.

Giovedì 24 discuteremo di come poter realizzare tale progetto nella nostra città. Siamo infatti convinti che una scuola dove nessuno è straniero, un luogo dove poter allargare gli orizzonti e sentirsi parte di una comunità, contro ogni deriva razzista e xenofoba, troverebbe a Falconara una importante ragion d’essere e costituirebbe una irrinunciabile ricchezza.

Non servono conoscenze o prerequisiti particolari, non è necessario essere docenti, tutti sono benvenuti:
l’incontro è infatti aperto non solo a coloro i quali potrebbero decidere di mettersi in gioco per regalare un po’ del proprio tempo a chi ha bisogno di apprendere l’italiano scritto e parlato, ma anche a chi desideri semplicemente partecipare per farsi un’idea della scuola.

Passiamo parola e… a giovedì 24!

…E FINALMENTE DOPO ALCUNI MESI PREPARATORI DI LAVORO E DISCUSSIONE LUNEDI’ 20 GENNAIO SI TERRA’ LA PRIMA LEZIONE DELLA PENNY WIRTON FALCONARA

Nei locali di Falkatraz – Laboratorio dell’autogestione in via Leopardi 5b zona Galleria, parte la nuova e innovativa scuola di italiano per stranieri Penny Wirton, che si propone di offrire un concreto luogo di accoglienza per insegnare l’italiano agli stranieri presenti nel nostro territorio.
Una scuola aperta, inclusiva e gratuita, dove non ci sono figure remunerate e gli insegnanti sono tutti volontari.
Il modello di insegnamento, basato sul rapporto 1 a 1, consente a persone che parlano l’italiano di sedersi di fronte ad altre che vogliono impararlo, in una reale pratica comunitaria di condivisone di intenti.
Siamo infatti convinti che una scuola dove nessuno è straniero, un luogo dove poter allargare gli orizzonti e sentirsi parte di una comunità, contro ogni deriva razzista e xenofoba, troverebbe a Falconara una importante ragion d’essere e costituirebbe una irrinunciabile ricchezza.

Non servono conoscenze o prerequisiti particolari, non è necessario essere docenti, tutti sono benvenuti:
l’incontro è infatti aperto non solo a coloro i quali potrebbero decidere di mettersi in gioco per regalare un po’ del proprio tempo a chi ha bisogno di apprendere l’italiano scritto e parlato, ma anche a chi desideri semplicemente partecipare per farsi un’idea della scuola.

I NOSTRI VOLANTINI IN MULTILINGUE

QUI LA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK
http://www.scuolapennywirton.it/

Posted in Ambasciata dei diritti Migranti CONFLITTI GLOBALI, CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Stop VelENI a Falconara Marittima (An) L’OTTO Dicembre di Trivelle Zero Marche

Nella giornata di mobilitazione nazionale di domenica, blitz delle attiviste e degli attivisti di Fridays For Future e Trivelle Zero Marche alla centrale a gas Eni di Falconara Marittima. Il comunicato.

8 dicembre Giornata internazionale di lotta contro le grandi opere inutili ed imposte per il clima

In occasione della Decima Giornata Internazionale dell’8 Dicembre contro le grandi opere inutili e per il clima, attiviste e attivisti hanno sanzionato la Centrale a Gas Eni di Falconara Marittima, territorio dichiarato ad alto rischio di crisi ambientale per gli impianti produttivi pericolosi.

L’iniziativa rientra nella campagna di lotta “Per il Clima, Fuori dal Fossile” che già lo scorso 20 luglio si era materializzata nella spiaggia di Falconara con la chiamata “Con API non si vola più” e con la campagna Stop VelENI che nelle Marche lo scorso 29 giugno aveva occupato il Circular Village sponsorizzato da Eni del CaterRaduno a Senigallia.

L’otto dicembre si è voluto colpire un luogo di devastazione ambientale, economicamente da sempre centrale e strategico per questo territorio, quanto tenuto fuori dai riflettori pubblici e secretato nell’estrema periferia rurale di Falconara Nord.

Gli attivisti di Trivelle Zero Marche e di Fridays for Future hanno piantato alberi e presidiato l’entrata alla centrale ENI GAS sulla quale, da oggi campeggia a caratteri cubitali la scritta “Stop VelENI”.

“Stiamo protestando, come sta accadendo in questi giorni in tutta Italia, contro i piani di espansione dell’ENI nella ricerca e nello sfruttamento di petrolio e gas. Tutte le azioni di protesta stanno accendendo i riflettori sulle vaste operazioni di greenwashing che l’ENI sta realizzando per dare di sé un’immagine pulita.”

ENI è un perfetto paradigma dell’ideologia estrattivista delle multinazionali del settore: profitti per pochi, inquinamento e povertà per altri.

ENI è una delle aziende che già hanno inquinato e stanno inquinando il Pianeta con emissioni di gas serra, e continuerà a puntare pesantemente su gas e petrolio. Ad oggi, Eni produce circa 2 milioni di barili di idrocarburi al giorno, la metà dei quali proprio in Africa dove è corresponsabile della catastrofe ambientale nel Delta del Niger l’area più inquinata al mondo dall’estrazione petrolifera. La strategia dell’azienda per il prossimo quadriennio è espandere ulteriormente il proprio business fossile, perforando 40 nuovi pozzi ogni anno. Eni definisce il gas come “combustibile della transizione”, ma è noto che il metano sia un gas serra ancora più potente dell’anidride carbonica e per questo occorre fermare questa espansione.⠀

Contro questa multinazionale a marzo 2020 al tribunale di Milano si terrà la prossima udienza del processo contro l’ENI per le tangenti pagate insieme alla Shell, per ottenere il più grande giacimento petrolifero offshore nigeriano denominato Opl245.

Il sito Eni di Falconara si estende su un’area di circa 40 mila metri quadrati e collega 152 pozzi delle piattaforme a mare tra Falconara e Ancona, rappresentando una delle maggiori centrali di trattamento e raccolta idrocarburi del Centro Italia, la prima nella Regione.

Eppure da oltre una decina di anni e in questi tempi di crisi dove a noi comuni mortali tutto è ridotto a precarietà e tagli continui, va avanti un contenzioso presso la commissione tributaria provinciale tra la proprietà Eni e il Comune di Falconara Marittima per il pagamenti di oltre 2 milioni di euro di ICI annuali accertati ma mai riscossi dall’ente per le proprietà di competenza.

Un esempio circostanziato che ben rappresenta il modus operandi di Eni a livello generale oltre le campagne mediatiche di greenwashing ed ecologismo da parata per mantenere uno status di azienda, ancora con una larga partecipazione statale, che strizza l’occhio a riconversioni di facciata con le quali mitigare il vero zoccolo duro aziendale: fonti fossili, petrolio gas, ramificazioni multinazionali, rapacità estrattiva in Europa come in Africa.

Battersi per la giustizia climatica significa agire; esigere un reale cambio di paradigma sia in termini produttivi che di gestione di risorse e territori. Significa pretendere che chi fino ad ora ha tratto profitti inquinando senza limiti da oggi paghi per la riconversione ecologica dell’energia e per la bonifica dei territori devastati.

Trivelle Zero Marche / Per il Clima Fuori dal Fossile

Io l’OTTO

8 DICEMBRE 2019 CONTRO LE GRANDI OPERE E PER IL CLIMA

LEGGI ANCHE:

L’Italia che Resiste….da GlobalProject

Posted in General | Leave a comment

Presentazione di Siamo nati da soli: punk rock e politica

Terza tappa di dicembre della rassegna ARTE RIBELLE, per concludere al meglio questo 2019, vi aspettiamo dalle ore 17 a Falkatraz Laboratorio dell’autogestione Falconara via Leopardi 5b, con la presentazione di un gran libro e tante altre sorprese

INFO E PAGINA FACEBOOK DEL LIBRO
https://www.facebook.com/alessia.masini84/

▶ IL LIBRO
Siamo nati da soli. Punk, Rock e politica in Italia e Gran Bretagna 77-84
Negli anni Ottanta il punk era una forma d’arte, un simbolo globale di ribellione, una cultura musicale e giovanile: un fenomeno culturale complesso, che ha avuto importanti implicazioni politiche, tanto da diventare un nuovo circuito dell’attivismo giovanile e dell’impegno dopo il declino della “stagione dei movimenti”.
Fondato su un ampio ventaglio di fonti, il libro analizza origini e sviluppi del punk e lo colloca nelle sue reti transnazionali di produzione e mobilitazione: quell’esperienza diventa un osservatorio capace di restituire in modo originale le più ampie trasformazioni culturali e politiche del tempo, con particolare attenzione al caso dell’Italia e della Gran Bretagna.
“Siamo nati da soli” vuole in questo modo contribuire al rinnovamento delle cornici interpretative degli anni Ottanta, mettendo in discussione il senso comune sul decennio come “tempo del riflusso”, di “fine” della politica, di “trionfo” del privato e di “scomparsa” dei giovani.
Link: http://www.pacinieditore.it/siamo-nati-da-soli-punk-rock-politica/

▶ L’AUTRICE
Alessia Masini ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia, Politica e Istituzioni all’Università di Macerata. Studia la popular culture e il rapporto tra giovani e politica in età contemporanea, si occupa di editoria e public history, collabora con Rai Storia (Passato e Presente) ed è autrice del programma Vanloon (Radio Città Fujiko, Bologna).

Posted in General | Leave a comment

Nell’ARIA Handmade…Happy Birthday

Domenica 1 dicembre una giornata particolare e inedita…presentiamo e festeggiamo il primo anno di attività di questa iniziativa artigianale tutta falconarese
Siete i benvenuti alla scoperta di Nellaria

https://www.facebook.com/events/2368964496562456/?ti=icl

Posted in General | Leave a comment

Abbiamo solo meno diritti. Spettacolo teatrale della rassegna arte ribelle

DOMENICA 24 NOVEMBRE ALLE ORE 17.30 LA RASSEGNA ARTE RIBELLE OSPITA A FALKATRAZ, LABORATORIO DELL’AUTOGESTIONE, VIA LEOPARDI 5B ZONA GALLERIA

“ABBIAMO SOLO MENO DIRITTI” è un monologo teatrale liberamente tratto dal libro di Marta Fana “Non è lavoro è sfruttamento”, ma più che un monologo è un urlo, un urlo di ribellione.
Politica e industrie ai giorni nostri, hanno cancellato un’intera classe sociale, quella operaia senza sé e senza ma; i giovani sono costretti a lavorare sottopagati, senza diritti, sottoposti ad orari e ritmi disumani, subiscono umiliazioni e sono in continuo pericolo perché la sicurezza sul lavoro è inesistente, sempre sotto pressione per i licenziamenti senza giusta causa e come se non bastasse nella maggior parte dei casi, schiavi di un algoritmo senza prospettive per il futuro.


Vent’anni di flessibilità del mercato del lavoro hanno generato: fattorini, commessi, facchini, magazzinieri, lavoratori dei call center, giovani avvocati, giornalisti, liberi professionisti, tutti sulla stessa barca e, a detta di tutti, per colpa nostra!
Li hanno chiamati “bamboccioni viziati, i choosy, gli schizzinosi”, quelli che a 30 anni, piuttosto che rimboccarsi le maniche e accettare qualsiasi lavoro, se ne stanno a casa
coi genitori…
“Abbiamo solo meno diritti” è un monologo di informazione politica che racconta le storie di questi giovani, alterna momenti di vera rabbia, ad altri di satira e interazione con il pubblico,si ride e si riflette sulle cause che ci hanno portato a subire questa situazione.

INGRESSO A OFFERTA LIBERA

Posted in CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche | Tagged , , , , | Leave a comment

presentazione de Fascisti di Provincia

Domenica 10 novembre alle ore 17.30 presso Falkatraz Laboratorio dell’autogestione in via Leopardi 5b zona Galleria di Falconara Centro, presentiamo Fascisti di Provincia Una storia politica dell’anconetano 1919-1945 di Massimo Papini, Affinità Elettive Edizioni
Paola Marino presenta e conversa con l’Autore
Letture di Antonella Conti e Paolo Brugiati
Video del periodo storico

“La Rivoluzione non si imponelasciando vivere gli avversari, tollerando la critica velenosa, rispettando gli istituti del vecchio regime, il fascismo è totalitario, s’è ripetuto le mille e mille volte”
Così scriveva Feruccio Ascoli nel 1926. Morirà ad Aushwitz perchè ebreo

Massimo Papini è stato direttore e poi presidente dell’Istituto di Storia Marche, ha diretto la rivista Storia e problemi contemporanei e per Affinità Elettive ha pubblicato Il secolo lungo (2014) la Resistenza nelle Marche (2017) Tra Dylan e Marx gli anni sessanta dei giovani (2019)

Per la prima volta si può leggere una storia politica del fascismo nell’anconetano, una narrazione complessiva, dalle origini alla sconfitta finale…Il paradosso conclusivo è che anche dopo la Liberazione il fascismo non muore del tutto. Il caso del prefetto Pièche, voluto dagli inglesi, getta un’ombra sulla stessa rinascita democratica

Posted in General | Tagged , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Mobilitiamoci per il Rojava

 

 

 

 

Mobilitiamoci per il Rojava
Contro l’aggressione militare di Erdogan

https://www.facebook.com/events/477376726198949/

Dibattito informativo sulla Resistenza curda in Siria e sulla nuova aggressione del regime turco di Erdogan, con la complicità degli Usa di Trump e dell’Unione Europea

Con la presenza di
Michele Alessandrini e Gabriele Matarazzo
attivisti di SiamoAfrin
Valentina Giuliodori
Ambasciata dei Diritti

Domenica 20 Ottobre ore 17.30 Falkatraz Laboratorio dell’Autogestione via Leopardi 5b zona Galleria Falconara

Posted in Ambasciata dei diritti Migranti CONFLITTI GLOBALI | Leave a comment

parte la Rassegna Arte Ribelle

Performance teatrale/letteraria
Lo Scrivagliero presenta:
Testo di Massimo Angiolani
Regia ed invenzioni sceniche di
Roberta Spegne

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=MJTsUM34QX0

Domenica 13 Ottobre ore 18.00 Falkatraz Laboratorio dell’Autogestione via Leopardi 5b zona Galleria Falconara

Posted in General | Leave a comment

Presentazione del Quarto volume de Il Novecento a Falconara

In questa foto degli anni ’30 una squadraccia fascista sfila lungo via Leopardi a Falconara centro, proprio dove oggi sventolano le bandiere Antifa di Falkatraz…
GIOVEDI’ 27 GIUGNO DALLE ORE 21 in zona Galleria via Leopardi 5B presentiamo il Quarto volume de Il Novecento a Falconara (1929-1935): l’ambiente la società e la cultura nella stampa periodica.


Una serata per ricordare e rivivere le nostre radici cittadine. Un’opera dei giornalisti Geminiani Athos e Lucia Perazzoli, frutto di una ricerca dettagliata presso l’Emeroteca e l’Archivio di Stato di Ancona, che ci racconta la vita sociale e politica fin dai primi anni del ‘900, nel Comune di Falconara Marittima, con articoli di giornale, documenti, comunicati, testimonianze,storie e personaggi locali.
Nel corso della serata si presenterà la prossima uscita del Quinto volume e si terranno reading e letture a cura dell’associazione Ipazia

 

Posted in CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move | Tagged , , , , , | Leave a comment