dopo lo sciopero del 28 gennaio: lettera aperta ai lavoratori dell’api

L’esemplarità del coraggio di Mirafiori, di quella resistenza al ricatto ha permesso a molti di identificarsi e rispecchiarsi in quella vicenda particolare, ma che sapeva parlare a tutti. Ha permesso ciò che fino a prima sembrava impossibile: che operai della grande industria e semplici cittadini, che insegnanti e studenti, che lavoratori dipendenti “garantiti” e precari, potessero ritrovarsi insieme, uniti contro la crisi.

Continua a leggere su GlobalProject

Lo sciopero del 28 gennaio nelle marche su Glomeda

This entry was posted in Ambiente Giustizia climatica, General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *