FALKATRAZ FESTIVAL XI IL PROGRAMMA COMPLETO

L’UNDICESIMA EDIZIONE DEL MAGGIOR RADUNO DI CULTURA ARTE MUSICA IMPEGNO SOCIALE AGGREGAZIONE, NEL CUORE VERDE DEL PRINCIPALE PARCO CITTADINO, NELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE CI RIPRENDIAMO LA CITTA’

Le edizioni passate QUI

EVENTO IDEATO DA FALKATRAZ ONLUS, CON IL SOSTEGNO DI ANPI GUS LA GRANCIA E JASSART, E IL CONTRIBUTO DEL CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI ANCONA  DEL COMUNE DI FALCONARA MARITTIMA

 

VAI ALL’EVENTO SU FACEBOOK

SCARICA E DIFFONDI IL MANIFESTO

DALLA MATTINA

ORE 7.30…ALLESTIMENTO MATTUTINO DEL PARCO, SAREMO TANTI MA MAI ABBASTANZA, PER CURIOSI E AMANTI DEL BACKSTAGE, VENITA A DARE UNA MANO, SEMBRA STRANO MA E’ ADDIRITTURA DIVERTENTE

ORE 1O.30

DA PARCO IN CORTEO KENNEDY VERSO PIAZZA MAZZINI CON FALCONARA CITTA’ APERTA. Come ogni anno andremo a presenziare la cerimonia ufficiale in Piazza, ma quest’anno la festa della Liberazione dal nazifascismo del 25 aprile assume un significato particolare, oltre ogni celebrazione e formalità ma nel vivo del nostro presente.

QUI L’EVENTO SU FACEBOOK

 

ORE 13

PRANZO SOCIALE AUTOGESTITO AL PARCO..PORTATE VIVERI X I NUOVI RESISTENTI, CON BARETTO SOCIALE E RADIO FALKATRAZ GIA’ ATTIVI E RUMOROSI…

Sarà presente come lo scorso anno il FOOD TRUCK de NOATRI STREET FOOD_Gusta le Marche: un’idea di Street Food che parte dalle nostre Radici e dall’Amore per Le Marche: Noatri ve la farà conoscere attraverso gustose specialità

 

 

DAL POMERIGGIO IN POI

MERCATINO AUTOPRODUZIONI ARTIGIANALI, BANCHETTI INFORMATIVI, WORKSHOP E LABORATORI ARTISTICI, CAMPAGNA TESSERAMENTO ANPI FALCONARA 2018, AREA INTRATTENIMENTO BAMBINI, SPAZIO OPEN MIC HIP HOP EMERGENTE, INTERVENTI DA RADIO FALKATRAZ CON DJ PRESCIA, LIVE PAINTING CON JASSART, MOSTRA FOTOGRAFICA “ANTIFA SIEMPRE”

PRESENTAZIONE ED ESIBIZIONE DELLE POLISPORTIVE POPOLARI ANTIRAZZISTE LOCALI DI JESI ANCONA E FALCONARA E DEI PROGETTI DEGLI OPERATORI E DEI RICHIEDENTI ASILO DEL GUS FALCONARA

 

 

ORE 15

Tre gruppi marchigiani di diverse estrazioni e sonorità, accomunati tutti però dalla presentazione di un nuovo album in uscita, saranno i protagonisti di questa edizione del Falkatraz…

SAMBENE

con il loro “Sentieri Partigiani, tra Marche e memoria”, album in uscita il prossimo 24 aprile, già diponibile negli stand del festival

Il gruppo folk “Sambene” (in sardo ‘sangue’, per noi sinonimo di passione ed energia) nasce all’inizio del 2015 all’interno dell’Arslive Accademia dei cantautori di Recanati, fondata da Lucia Brandoni nel 2012.

Il gruppo è frutto della sinergia fra le varie componenti dell’Accademia stessa.

In esso confluiscono, infatti, gli studi di etnomusicologia della fondatrice, Lucia Brandoni (allieva di Roberto Leydi), l’esperienza e la capacità di scrittura del cantautore Marco Sonaglia (compositore, chitarra ritmica, armonica a bocca e voce maschile del gruppo), la vocalità “popolare” e grintosa della cantante Veronica Vivani, di origine sarda, le interpretazioni raffinate e la vocalità espressiva della cantante Roberta Sforza e le sonorità folk del fisarmonicista Emanuele Storti.

Ne esce un ensemble ricco, nonostante l’uso di soli due strumenti (chitarra e fisarmonica) e dei tamburelli affidati alle due cantanti.

La direzione musicale di Lucia Brandoni, nonché i suoi arrangiamenti vocali, assicurano ai Sambene un impatto aderente ai modelli della tradizione folk del centro Italia.

Il gruppo, ai suoi esordi, ha cercato di affinare la propria preparazione seguendo alcune lezioni con Riccardo Tesi e suonando in vari live con Francesco Moneti dei Modena City Ramblers, con i Gang, dai quali hanno, fra le altre cose, mutuato la passione per il combat folk e l’impegno politico/civile e con Michele Gazich, divenuto produttore e violinista del disco d’esordio dei Sambene, “Sentieri partigiani. Tra Marche e memoria”.

Il primo disco di inediti dei Sambene, “Sentieri partigiani. Tra Marche e memoria”, prodotto da Michele Gazich con l’etichetta Fono Bisanzio, è in uscita il 24 aprile 2018.

L’album nasce dall’intento di salvare dall’oblio alcuni personaggi che hanno preso parte a quella luminosa stagione di lotta per la liberazione dell’Italia che è stata la Resistenza.

I Sambene hanno voluto approfondire di donne ed uomini, staffette e partigiani, che hanno combattuto per la libertà nelle Marche, in particolare nelle provincie di Ancona e Macerata: dieci canzoni, dieci sentieri per ripercorrere fatti e personaggi della Resistenza marchigiana, senza tralasciare le necessarie connessioni con la più recente storia d’Italia.

 

UNIVERSOUND

con Release Party di presentazione del loro primo cd ELEFUNK…QUI L’EVENTO SU FACEBOOK

7 pianeti hanno raggiunto il proprio equilibrio orbitale attraverso la risonanza che, tra loro, esercitavano. Armonia, costruita dal Suono dell’ Universo. Dunque avanti, partiamo da qui, dove la musica siede al principio di ogni cosa.”

Universound è un progetto formato da 5 elementi nel costante movimento di ricerca dell’arrangiare in chiave originale e personale il proprio materiale sonoro, abbracciando e scivolando tra stili e contaminazioni. Attualmente in studio per la realizzazione dell’album di debutto “Elefunk”, fuori in primavera 2018.

Già sul palco dell’ottava edizione del 2015 e ormai interni alla crew del Falkatraz, loro sono la dimostrazione che tutto è possibile, con la voglia, l’arte, il sudore si può creare sognare e divertirci, anche nel posto più sperduto dell’universo noi siamo qui, al centro…UNIVERSOUND…

 

REVOLE’

Dal 2013 e per la sesta edizione consecutiva un must amato e osannato a furor di popolo. La compagnia di nuovo circo e acrobatica aerea Revolé è attualmente composta da Allegra Mocchegiani, Arianna Masi, Michela Fiorani, Antonella Agostinelli, Elena Lausdei e Irene Contadini. La compagnia nasce nel 2011, con il nome Revolutionair, poi Revolé dal 2015. Attualmente la compagnia partecipa a festival ed eventi con spettacoli e performance di propria produzione.
Revolé si pone in un clima di continua ricerca, ispirazione e creazione al fine di rinnovare sempre la propria offerta di spettacoli e di permettere al proprio spirito creativo di esprimersi liberamente.

NATURAL DUB CLUSTER

La più riconosciuta band del panorama underground marchigiano, con all’attivo il suo quarto album BIOSFEAR

2010: i tre fratelli Moscoloni decidono, dopo anni di militanza musicale insieme, di convogliare le energie nella creazione di un progetto live electro dub. Nascono i The Natural Dub Cluster, con l’intento di forzare i vincoli del genere e di approfondire il percorso artistico attraverso sperimentazioni e collaborazioni. Quasi da subito, infatti entra in gioco iKe, il “non fratello”, addetto alla componente visuale del live e parte dei campioni vocali. I quattro suggellano le ambiziose intenzioni con un passo inconsueto ma significativo: condividere lo stesso tetto prima che lo stesso palco.
Il disco d’esordio è un concept “tecnosofico” sull’organizzazione del caos, padrini il produttore Paolo Baldini (Africa Unite, DubSync, BR Stylers) e la sua Alambic Conspiracy: “Negentropy” in quattro anni frutta alla band un’intensissima attività live, quattro tour tra Francia e Svizzera, passaggi radio e compilation in Francia, Usa e Germania, nonché una costante e crescente dedizione alla causa.
La potenza sonora e visiva, il ritmo teso e incessante e la psichedelia liberatoria diventano i principali marchi di fabbrica della band.
2014: dopo oltre 130 concerti esce “In Deep”, pubblicato da Bloody Sound Fucktory, Elastica Records e valorizzato ancora dall’impeccabile produzione di Baldini e Alambic Conspiracy. La vicinanza artistica ed umana portano il gruppo alle collaborazioni fraterne con Uochi Toki e Lili Refrain, ospiti illustri della release insieme alla jazzista italo-americana Olivia Foschi (già presente nel primo album) e iKe.
Il sound si fa ancora più cupo, introspettivo e monolitico, una sintesi minimale ma profonda di elettronica, heavy-psych e dub, come un massiccio collante tra mondi apparentemente distanti. Le tematiche scrutano le sfaccettature profonde della consapevolezza umana, fugace e spietata. E, con un lungo tour del nuovo live in programma, profonde sono anche le intenzioni.
Con In Deep si aprono anche le porte dell’est Europa con concerti in Slovenia e Croazia culminati con la presenza al Seasplash ’15 a Pula (Croazia).
All’inizio del 2015 i “Cluster” remixano Political Things degli Zion Train per una compilation targata Elastica Records.
Anche il 2016 si prospetta interessante per la band, con nuovi tour esteri, la partecipazione a Wake Up, compilation dell’etichetta francese ODG in uscita a febbraio, e, soprattutto con B Deeper, in cui diversi artisti della scena dub ed elettronica smembrano e ricompongono, con il loro stile unico, i brani di In Deep; la raccolta di remix (targata sempre Elastica Records) vede, tra gli altri, la partecipazione di Victor Rice, Paolo Baldini, Madaski, deDUBros, Delete Soul, Paolo Bragaglia.

E SOPRATTUTTO, COME SEMPRE, CI SARETE TUTTI VOI, IL CONSUETO PUBBLICO CHE DA SEMPRE AMA E PARTECIPA A QUESTO EVENTO, DI ANNO IN ANNO SEMPRE PIU’ NUMEROSO. FATELO COME SEMPRE IN FORMA ATTIVA, SUPPORTATECI, DATECI UNA MANO, PROMUOVETE QUESTA FESTA POP ANTIFASCISTA NATA DAL BASSO, VENITE A DIVERTIRVI AL PARCO KENNEDY, PASSATE PAROLA…

This entry was posted in CSOA Kontatto socialità autogestita CSA Marche, Falkatraz Move, FalkatrazFestival, General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *